Scheda volume
Artista / Autore
Giuseppe Chiari
Titolo
Giuseppe Chiari musica e segno 2-3
Testi di
Rita Sbardella
Descrizione
Il volume, di ampie dimensioni, propone fotografie a colori e in bianco e nero e un testo di Maria Rita Sbardella oltre a una dettagliata sezione di apparati con tutte le mostre e la bibliografia. Maria Rita Sbardella nel suo testo sostiene che «Di fronte alle opere di Chiari sorge un lecito dubbio: siamo soliti associare all’arte i colori, così come è normale riconoscere la musica nei suoni; ma, allora, esiste veramente un rapporto così stretto tra arte e musica? E come si spiegano le espressioni del tipo “ascoltare il colore, vedere la musica, il colore del suono, la musica visiva, la visione musicale, la musica degli occhi, gli occhi sonori; eccetera eccetera”? La risposta non è semplice, per il motivo che non ha basi scientifiche sulle quali fondarsi; tuttavia, l’aura misteriosa che avvolge questi due mondi ed il fascino che esercita il solo pensiero della loro possibile compenetrazione, ci spingono a ricercare delle verifiche, anche personali […] pur di dimostrare che, nell’ambito creativo, certe volte è possibile tutto e il contrario di tutto e se la ragione non conduce a delle risoluzioni, non vuol dire che questo rapporto non esista; soltanto, non è sperimentabile. Le opere di Chiari ne sono una prova. Il linguaggio pittorico e quello musicale nascono da una medesima radice, dall’esperienza, e non è raro riuscire a individuare in certi casi delle analogie tra di loro, nonostante percorrano binari diversi» . Giuseppe Chiari (Firenze 1926-2007), segue i corsi alla Facoltà di Ingegneria, studiando contemporaneamente, pianoforte e composizione; si appassionerà a tal punto alla musica da decidere di abbandonare gli studi universitari per dedicarsi completamente a essa. Nel 1960 fonda, con Pietro Grossi, l'Associazione Vita Musicale Contemporanea e nel '62 aderisce al movimento internazionale Fluxus. Partecipa, a Firenze, alle ricerche sul valore visuale del testo scritto del Gruppo 70; dal 1964 Chiari diviene performer delle proprie opere. Dagli anni Settanta esamina mezzi espressivi quali i collage utilizzando anche strumenti musicali che restituisce in una nuova funzione visiva. La musica assurge così, per Chiari, a punto di partenza delle sue riflessioni sull'arte visiva.
Lingua
Italiano e inglese
Anno
Formato
N. pag.
2007 24x34 cm 344
ISBN
Prezzo
8978-88-7336-263-0 60,00 €




Gli Ori srl - P.I. 01429500471 - Privacy Policy
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. OK   LEGGI DI PIÙ